Lemanik

News


  • Risparmio gestito, a giugno la raccolta torna positiva

    25-07-2019

    Il mese di giugno chiude con un saldo di 1,45 mld grazie alla ripresa dei flussi nei fondi (+2,2 mld dai -2,2 mld di maggio) per le minori pressioni sul funding delle banche dopo gli annunci della Bce. Gestioni in negativo (-759 mln). Patrimonio al record di 2,195 mld anche grazie all'effetto mercati.

  • Fmi, Pil Italia 2019 +0,1%, 2020 incerto

    25-07-2019

    Il Fmi conferma le stime per l'Italia per il 2019, quando il Pil è atteso crescere dello 0,1%. Riviste leggermente al ribasso quelle per il 2020: la crescita si fermerà al +0,8%, ovvero 0,1 punti percentuali in meno rispetto al +0,9% stimato in aprile.

  • Fed: Mnuchin, inflazione bassa, si' a taglio tassi

    25-07-2019

    Il segretario americano al Tesoro, Steven Mnuchin, non ha voluto sbilanciarsi sulle decisioni che la Federal Reserve annuncera' il prossimo 31 luglio ma e' tornato a ripetere che "l'inflazione e' bassa" e questo giustifica un taglio dei tassi che il presidente Donald Trump chiede dallo scorso anno.

  • Usa: accordo quasi fatto tra Casa Bianca e leader Congresso su tetto al debito

    23-07-2019

    La Casa Bianca e il leader del Congresso hanno quasi raggiunto un accordo sul budget che prevede l'innalzamento per due anni del tetto al debito. Per evitare quello che tecnicamente sarebbe un default, serve appunto alzare il tetto al debito, ossia il limite oltre il quale Washington non può emettere nuovo debito.

  • Consumi giù, verso -0,4%

    23-07-2019

    La crisi del commercio non è mai finita: dopo la debole 'ripresina' degli anni scorsi, la spesa delle famiglie è tornata a frenare, e se non ci saranno inversioni di tendenza il 2019 si chiuderà con una flessione dello 0,4% delle vendite, per oltre un miliardo di euro in meno rispetto al 2018: il risultato peggiore degli ultimi 4 anni. E' la stima di Confesercenti.

  • Banche: Bce, standard per prestiti ad aziende più restrittivi

    23-07-2019

    Nel 2° trimestre del 2019 gli istituti bancari dell'Eurozona hanno inasprito i loro criteri per l'approvazione delle richieste di prestito da parte delle aziende. Quelli per i prestiti alle famiglie sono invece rimasti pressocchè invariati. A rivelarlo è la Bce.

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | »